Enrico Gramigna

Insegnante di violino

Diplomatosi presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Giuseppe Verdi” di Ravenna sotto la guida del M° Andrini, consegue poi il massimo dei voti il biennio dispecializzazione in violino barocco presso il Conservatorio “Bruno Maderna” di Cesena nella classe del M°Giardini. Si perfeziona inoltre Noferini, Rossi, Sciarretta, Montanari, Scholz, Tampieri, Sherwin e Testori.
La sua attività artistica è prevalentemente incentrata sulla musica da camera e sulla musica antica in particolare, esibendosi presso prestigiose istituzioni numerosi gruppi cameristici. Nel 2010 gli viene conferita la prima edizione della borsa di studio “Eudoro Maramotti” e nel 2012 vince il primo premio nella sezione Musica da Camera al X Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale “Città di Riccione”.
Collabora con numerose compagini orchestrali sia in Italia sia all’estero tra le quali Talenti Vulcanici, l’Orchestra Sinfonica di Savona, Dolce Concento e Philharmonia Britannica. Si è esibito insieme ad artisti quali Astronio, Bertagnolli, Bressan, Bridelli, Citterio, Demicheli, Frigato, Grazzi, Kovalevska, Sartori, Schiavo, Toth, Valentini, Vistoli. Tra le rassegne e festival cui ha preso parte si trovano Grandezze e Meraviglie, Baveno Festival Umberto Giordano, I Concerti dell’Accademia
Bizantina, Milano Classica, le Settimane Barocche di Brescia, Voxonus Festival, Festival Pergolesi-Spontini e i Concerti del Quirinale. Dal 2016 ricopre il ruolo di spalla dei primi violini dell’Orchestra Barocca del Festival AEDO di Lucca. Nel 2017 è stato invitato come docente di violino barocco alla masterclass internazionale Garfantiqua. Ha collaborato a diverse incisioni discografiche per l’etichetta Arcana.
Oltre all’attività musicale, è laureando del corso di studi in Discipline della musica e del teatro presso l’Università degli Studi di Bologna e come musicologo collabora con diverse realtà quali Fondazione Pietà dei Turchini (Napoli), Ravenna Festival, Teatro Rossini (Lugo), Trigonale Festival (Austria) e con la casa editrice Musedita per la quale ha recentemente pubblicato l’opera VI di Antonio Vivaldi e una raccolta di sonate bolognesi del Seicento di autori vari. Da settembre 2015 ricopre l’incarico di critico musicale per la testata giornalistica Ravenna & Dintorni e sue critiche sono comparse anche su teatro.it e Il Centro. Dal 2016 ha portato importanti contributi a RFMagazine, la rivista ufficiale del Ravenna Festival. Insegna violino presso la scuola di musica "Custode Marcucci" di S. Agata sul Santerno e presso altre scuole della provincia di Ravenna.